UN ANNO DOPO (The year after)

Comunicato Stampa del Comitato Civico Cori, 5 marzo 2021 – Riceviamo e pubblichiamo

Stamane ci risvegliamo con la più importante dichiarazione della attuale storia della politica italiana, il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, nelle vesti di Segretario nazionale del PD, nel pomeriggio di oggi ufficialmente dimissionario, rimbalza sulla stampa:

 “ Mi vergogno che nel Pd, partito di cui sono segretario, da 20 giorni si parli solo di poltrone e primarie, quando in Italia sta esplodendo la terza ondata del Covid, c’è il problema del lavoro, degli investimenti e la necessità di ricostruire una speranza soprattutto per le nuove generazioni.”

In questa frase rileviamo un solo errore, On. Zingaretti, francamente, non è da 20 giorni, ci pare ormai da sempre, e purtroppo non riguarda solo i suoi sodali, ma tutto l’arco costituzionale.

E per essere concreti, affrontiamo proprio la situazione della salute nell’ultimo anno, e delle risorse messe in campo, con una lente di ingrandimento, relativa al nostro territorio, ASL di Latina, Distretto 1, Ospedale di Comunità di Cori, futura Casa della Salute?!?

A un anno dalla pandemia, ci saremmo aspettati di trovare in marcia costante tutte le misure per una sanità affinché, nel nostro distretto,  nella struttura sanitaria di Cori, ci fosse una “salute di casa”, o per dirla con le parole dei tecnici e dei burocrati, affinché fossero stati realizzati tutti i presupposti per una vera medicina di prossimità: avviata la telemedicina, avviati nuovi ambulatori, avviata la radiologia, avviati i Percorsi Terapeutici Diagnostici Assistiti per diabete, scompenso cardiaco e broncopolmonare cronico ostruttivo, ma non è così, anzi ci pare sempre peggiorare la situazione.

E allora mettiamo in fila  le dichiarazioni e i documenti della ASL, le dichiarazioni di alcuni Consiglieri regionali e i documenti della Regione Lazio a ritroso:

ASL di Latina: Comunicati e Ordinanze

https://www.ausl.latina.it/attachments/article/4055/Comunicato%20Asl%20Latina%204%20Febbraio-%20Goretti%20’Trauma%20Center’.pdf

https://www.ausl.latina.it/attachments/article/4042/Comunicato%20stampa%20Asl%20Latina-%20campagna%20vaccinale%20over%2080.pdf

https://www.ausl.latina.it/attachments/article/4042/Comunicato%20stampa%20Asl%20Latina-%20campagna%20vaccinale%20over%2080.pdf

https://www.ausl.latina.it/attachments/article/4014/Comunicato%20Asl%20Latina-%20telemedicina%2021%20gennaio.pdf

https://www.ausl.latina.it/attachments/article/4005/comunicato%20stampa%20servizio%20Voce%20Amica%20–.pdf

https://www.ausl.latina.it/attachments/article/3983/Comunicato%20stampa%20Asl%20Latina-%20Reclutamento%20personale%20–.pdf

https://www.ausl.latina.it/attachments/article/3964/Comunicato%20Asl%20Latina%207%20gennaio-%20Piano%20Vaccinale%20-%20.pdf

https://www.ausl.latina.it/attachments/article/3894/1%20Comunicato%20ASL%20LATINA%20CS-%20Al%20Più%20Presto.pdf

https://www.ausl.latina.it/attachments/article/3884/Comunicato%20stampa%20Asl%20di%20Latina%2010%20dic.pdf

https://www.ausl.latina.it/attachments/article/3850/c.s.%20Riabilitazione%20territoriale.pdf

https://www.ausl.latina.it/attachments/article/3758/CS%2028.10.20.pdf

https://www.ausl.latina.it/attachments/article/3754/c.s.%20Emodinamica%20e%20Tac%20Dono%20Svizzero%20Formia.pdf

https://www.ausl.latina.it/comunicati-stampa/3650-la-asl-di-latina-tra-i-vincitori-del-premio-innovazione-digitale-in-sanita-2020-del-politecnico-di-milano

https://www.ausl.latina.it/attachments/article/3532/C.S.%20Nuove%20Case%20della%20Salute.pdf

https://www.ausl.latina.it/comunicati-stampa/3466-comunicato-stampa-del-14-07-2020-sala-ibrida

Comunicato Stampa del 09/06/2020 – Attività Ambulatoriale

ORDINANZE ASL PAT

https://www.ausl.latina.it/attachments/category/14/Ordinanza%20DG%20del%2011%20Marzo%202020.pdf

https://www.ausl.latina.it/attachments/article/3160/ordinanza.pdf

https://www.ausl.latina.it/attachments/article/3360/Ordinanza%20DG.pdf

https://www.ausl.latina.it/attachments/article/3669/ORDINANZA2020.pdf

Consigliere Giuseppe Simeone

Consigliere Salvatore La Penna

https://www.facebook.com/salvatore.lapenna.71/posts/1470717519784963

https://www.facebook.com/salvatore.lapenna.71/posts/1467381443451904

https://www.facebook.com/salvatore.lapenna.71/posts/1429396820583700

REGIONE LAZIO

E partiamo da quest’ultima notiziona: solo a febbraio 2020 la SVOLTA NELLA GOVERNANCE SISTEMA SANITARIO REGIONALE un open day con le associazioni dal titolo: ‘Il modello Lazio, per una sanità partecipata’ e di buzzo buono ci mettiamo, a chiederci quanto della sanità partecipata sia partita, e quante belle ricadute stia avendo sul distretto 1 della ASL di Latina.

Per quanto riguarda il Comitato Civico di Cori, la partecipazione non è stata mai riconosciuta dal Direttore Generale della ASL, ma tollerata e guardata a vista, per la capacità pervasiva di mobilitazione che il Comitato ha sempre avuto; non è mai arrivato al Comitato un invito diretto a partecipare, abbiamo invece sempre preteso di poter essere auditori anche online delle Conferenze dei Servizi. 

Eppure: “con il ‘Participation Act’ intendiamo dare una svolta significativa nella governance del sistema sanitario regionale. Promuoviamo la partecipazione delle organizzazioni di tutela dei pazienti e dei loro famigliari nella programmazione e valutazione dei servizi sanitari regionali”, così chiosava la Regione Lazio. 

Da ieri è chiuso presso l’Ospedale di Comunità di Cori anche l’ambulatorio di pediatria, potrà riaprirsi solo a maggio, quando la Dottoressa Pediatra titolare, potrà insediarsi, e allora, cosa rimane nella struttura sanitaria di Cori? 

Solo la possibilità dei prelievi per le analisi; è ormai chiuso da mesi  l’ambulatorio di cardiologia, l’ambulatorio di broncopneumologia. Il PAT ex PPI è, lo sapete tutti ormai, aperto solo dalle 8.00 alle 20.00, e ancora non si comprende se ci sarà un ritorno ad H 24 ed a nuove funzioni al servizio della popolazione.

Intanto si è stiracchiata dal Sindaco la possibilità di fare i tamponi, dopo infinite diatribe sui locali adibiti e le competenze;  i medici di famiglia sono da tempo pronti a fare i vaccini, ma non arrivano ordini esecutivi da parte della ASL.

Tutta la strumentazione della telemedicina (PC, poltrona, etc., ) giace da qualche parte a fare le ragnatele per diventare obsoleta visto che sono già passati due anni dall’acquisto; e a fare altrettante ragnatele c’è anche il nuovo radiografo portatile consegnato nell’autunno scorso per mano dello stesso Consigliere La Penna (trasformatosi in padroncino di logistica), lo hanno occultato da qualche parte, quando potrebbe essere proprio utile.

Come se non bastasse, ai pochi ricoverati nel reparto dell’Ospedale di Comunità, è negata la presenza e la cura dei propri cari, causa pandemia; legittimando però un vero e proprio sequestro di persona, con il rischio che il personale del reparto, per demotivazione e assenza di controllo da parte dei parenti, si trasformi invece che in angeli, in aguzzini, poichè l’indifferenza genera indifferenza e dal ruolo di custodia, a quello di carcerieri il passo è breve.

Intanto il personale che conosciamo, via via sta prendendo la strada della pensione, ma di nuove assunzioni, di risorse umane motivate e fresche, poco se ne parla da queste parti.

A conferma delle parole di Zingaretti dalle quali siamo partiti, c’è attenzione da parte della ASL, ai soldoni: 300.000.000  (trecento milioni di euro), di questo parlano le carte pronte per il Nuovo Ospedale di Latina,  https://drive.google.com/file/d/1GPS530cslWqEtCs-M327u-kisAICfN_S/view?usp=sharing , per dissetare assetati e sfamare appetiti dei soliti noti, magari malavitosi,  non certo per risolvere oggi i problemi di salute di tanta povera gente; proseguiamo così, il diritto alla salute per tutti, la salute di prossimità, sembra un lusso che non ci possiamo permettere, ma quei trecento milioni è ciò che più fa gola al sistema di potere e dei partiti di Latina e provincia, tutti uniti e compatti: VERGOGNA VERGOGNA VERGOGNA!!

Ma sappiate che non resteremo a guardare!

Tecnologie km30: dove si può arrivare da un piccolo Comune, con un raggio di 30 chilometri?

Dal 24 dicembre entra in vigore il decreto legge 172 del 18 dicembre 2020, che definisce le misure urgenti per le festività natalizie e di inizio anno nuovo e contingenta gli spostamenti  in tutta Italia. 

Nei soli giorni arancioni, (28, 29, 30 dicembre 2020 e 4 gennaio 2021) dai piccoli comuni (sotto i 5 mila abitanti), è permesso muoversi nel raggio di 30 chilometri. 

Ma dove si può arrivare da un piccolo Comune, con un raggio di 30 chilometri?

Un team di amici, esperti in “open data”, autori di numerose iniziative di cittadinanza attiva digitale, in collegamento online dal Trentino alla Sicilia hanno realizzato un database interattivo: si inserisce il nome del comune in cui si abita,ed apparirà il «raggio di azione» in cui sarà possibile spostarsi.

Una pagina online, realizzata come un «giochino» divertente ed istruttivo, istruttivo perchè ci sono tutte le istruzioni per smontarlo e rimontarlo a piacere.

Un abitante di Rocca Massima, in provincia di Latina, potrebbe potenzialmente andare in 98 Comuni diversi, (tranne che nel capoluogo Latina, vietato per dimensione e numero di abitanti), occorrerà scegliere però visto che la licenza di muoversi non è per un forsennato viavai, ma per una meta al giorno.

Andrea Borruso, geomatico, che ha coordinato il gruppo di lavoro online costituito da Salvatore Fiandaca e Maurizio Napolitano, non è nuovo a regali e prototipi di grande utilità per la vita dei cittadini, riutilizzando tutte quelle informazioni che rilascia il settore pubblico e che per definizione devono essere pubblicati in dati aperti. 

Nel Natale 2017, Andrea Borruso di Ondata ha realizzato l’AlboPop del Comune di Cori su Canale Telegram, in collaborazione con l’APS Polygonal, un fantastico albo pretorio tascabile e online, accessibile per tutti i cittadini in tempo reale, modello replicabile per ogni Comune che tenga a trasparenza e vera accessibilità degli atti amministrativi.

Ed allora, in quale aree ci si potrà spostare da un piccolo comune? Con un click qui , poi sul tasto azzurro “quali Comuni”, e infine in alto a destra digitate per la ricerca il nome del piccolo paese dove abitate.

Il giochino è stato talmente contagioso, che un loro amico, ha realizzato anche un Bot Telegram 30K, così scopriamo che se da Rocca Massima [ab. 1115] puoi spostarti verso 98 Comuni, da Ventotene, il raggio d’azione si ferma a Ponza.

Per la provincia  di Latina, Polygonal ha estrapolato  la lista dei paesi, dove sarà possibile muoversi nel raggio dei 30 chilometri, rimane il monito di non approfittarne ed uscire con prudenza.

MAPPACOMUNEPOPOLAZIONESUPERFICIE (km²)PROVINCIA
vediBassiano145932.4Latina
vediCampodimele57638.38.00Latina
vediCastelforte427529.7Latina
vediLenola411845.24.00Latina
vediMaenza302842.13.00Latina
vediNorma379731.22.00Latina
vediPonza330910.16Latina
vediProssedi118735.37.00Latina
vediRoccagorga427124.49.00Latina
vediRocca Massima110118.17Latina
vediRoccasecca dei Volsci111123.5Latina
vediSperlonga319919.49Latina
vediSpigno Saturnia289139.14.00Latina
vediVentotene7252.15Latina
Comuni della provincia di Latina al di sotto dei 5000 abitanti

Ma la cosa bella, per gli appassionati e informatici, Andrea Borruso, racconta come si è arrivati a realizzare questa mappa interattiva, e c’è davvero da imparare tanto tanto …

https://medium.com/tantotanto/il-decreto-di-natale-in-chilometri-8af38744a7d5

E allora, Buon Natale, un Natale interattivo e digitale, ovunque voi siate!

SPOSTAMENTI E CHIUSURE NEL PERIODO DI NATALE

In sintesi il Decreto Legge 18/12/2020 che stabilisce la zona rossa il 24, 25, 26, 27 e 31 dicembre 2020 e 1, 2, 3, 5 e 6 gennaio 2021; zona arancione il 28, 29, 30 dicembre 2020 e 4 gennaio 2021.

🚗Spostamenti

❌Fino al 6 gennaio sono vietati tutti gli spostamenti tra Regioni diverse, anche per raggiungere le seconde case.

❌È vietato spostarsi dalle 22 alle 5.

❗️Il 31 dicembre è vietato spostarsi dalle 22 alle 7 del mattino del 1° gennaio 2021.

➡️ Fino al 23 dicembre ci si può spostare tra Comuni diversi all’interno della propria Regione.

🔴Il 24-25-26-27-31 dicembre, 1-2-3-5-6 gennaio puoi spostarti solo per:

✅motivi di lavoro, salute, necessità (è compresa l’assistenza a anziani e l’acquisto di beni alimentari e di prima necessità)

✅rientrare alla tua residenza, domicilio o abitazione.

✅Inoltre dalle 5 alle 22 puoi andare a trovare amici o parenti all’interno della tua regione: puoi spostarti per questo motivo  ➡️solo una volta al giorno, massimo in due persone ( i figli minori di 14 anni e le persone conviventi con disabilità o non autosufficienti non rientrano nel conto).

✅🏃Puoi fare attività motoria nei pressi della tua abitazione e attività sportiva all’aperto, ma solo in forma individuale.

✍️Per spostarti devi compilare l’autodichiarazione

🟠Il 28-29-30 dicembre, 4 gennaio puoi spostarti

✅all’interno del tuo Comune dalle 5 alle 22 senza bisogno di giustificazione

✅fuori dal tuo Comune solo per lavoro, salute e necessità

✅puoi spostarti in un altro Comune fino a 30 km di distanza se abiti in un piccolo Comune (fino a 5mila abitanti). ❌Non puoi andare nel capoluogo di provincia.

✅Inoltre dalle 5 alle 22 puoi andare a trovare amici o parenti all’interno della tua regione: puoi spostarti per questo motivo solo una volta al giorno, massimo in due persone ( i figli minori di 14 anni e le persone conviventi con disabilità o non autosufficienti non rientrano nel conto).

📍Vai alle domande su come funziona tra il 21 dicembre e il 6 gennaio 2021

Negozi e centri commerciali
🔴24, 25, 26, 27, 31 dicembre / 1, 2, 3, 5 e 6 gennaio 2021 ❌chiusi bar e ristoranti
✅consentiti asporto (fino alle 22) e consegne a domicilio (senza restrizioni)
❌chiusi negozi e centri estetici
Sono aperti:
✅supermercati, beni alimentari e di prima necessità
✅farmacie e parafarmacie
✅librerie, edicole, tabaccherie
✅lavanderie, parrucchieri e barbieri
🟠28, 29, 30 dicembre e 4 gennaio 2021
✅ i negozi possono restare aperti fino alle 21.

COVID 19: DPCM del 3 novembre 2020

Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, del 3 novembre 2020.

In allegato:

  • Il testo del DPCM;
  • L’infografica riguardante il Lazio (zona gialla);
  • L’autocertificazione per gli spostamenti in orario di coprifuoco.

COVID19: Decreto Ristori

Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana il Decreto Legge del 28 ottobre 2020, n.137, noto anche come Decreto Ristori.

Contenuto: Ulteriori misure urgenti in materia di tutela della salute, sostegno ai lavoratori e alle imprese, giustizia e sicurezza, connesse all’emergenza epidemiologica da Covid-19.

Clicca il seguente file per scaricarlo.

DPCM 24 ottobre 2020

Firmato il nuovo DPCM dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte con le misure per arginare la forte crescita dei contagi da coronavirus.

Il DPCM dispone la chiusura dei parchi tematici, la sospensione degli eventi e le competizioni sportive degli sport individuali e di squadra (ad eccezione di quelle professionistiche), la chiusura di palestre, piscine, centri benessere, centri culturali, centri sociali, centri ricreativi, sale giochi, sale scommesse, sale bingo e casinò, sono sospesi gli spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche e in altri spazi anche all’aperto, restano comunque sospese le attività che abbiano luogo in sale da ballo e discoteche e locali assimilati, sono sospesi i convegni, i congressi e gli altri eventi. Anche gli impianti sciistici sono chiusi ad eccezione che per gli atleti legati al CONI e al CIP. Per quanto riguarda le scuole si autorizza ad arrivare al 75% di didattica a distanza per le scuole superiori, sono sospesi i viaggi d’istruzione e le università possono scegliere se passare alle sole lezioni online. Le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie) sono consentite dalle ore 5.00 fino alle 18.00; il consumo al tavolo è consentito per un massimo di quattro persone per tavolo, salvo che siano tutti conviventi; dopo le ore 18.00 è vietato il consumo di cibi e bevande nei luoghi pubblici e aperti al pubblico.

L’asporto sarà invece consentito fino alle 24.00.

Il governo poi raccomanda “fortemente a tutte le persone fisiche di non spostarsi, con mezzi di trasporto pubblici o privati, salvo che per esigenze lavorative, di studio, per motivi di salute, per situazioni di necessità o per svolgere attività o usufruire di servizi non sospesi”.

Scarica il DPCM o iscriviti al Canale Telegram AlboPop Comune di Cori per essere sempre aggiornato.

Ordinanza della Regione Lazio del 21 ottobre 2020

Contenuto:

Potenziamento della rete Covid;

Limitazione agli spostamenti in orario notturno;

Potenziamento della didattica digitale.

In allegato: