SPECIALE CENTRI ESTIVI: BONUS E ALTRE FORME DI AGEVOLAZIONE ECONOMICA PER LE FAMIGLIE

Con l’avvicinarsi dell’estate tornano i centri estivi per i minorenni. Come ogni anno, vengono messe a disposizione risorse economiche per garantire agevolazioni alle famiglie in difficoltà, affinché possano anche loro iscrivere i figli ad un centro estivo e permettergli di passare momenti di svago, socialità e crescita personale. L’Associazione di Promozione Sociale Polygonal, mette a disposizione di tutti questa pagina, nella quale verranno raccolte le varie opportunità, allo scopo di facilitarne la ricerca e l’approfondimento. Nella speranza di fare cosa gradita, l’associazione augura a tutti voi una buona navigazione su OpenCori.Cloud

PER APPROFONDIRE UNA DELLE SEGUENTI VOCI, CLICCA SUL TITOLO IN GRASSETTO

BANDO DI CONCORSO CENTRI ESTIVI DIURNI 2021: PER L’ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI A TITOLO DI RIMBORSO SPESE PER LA PARTECIPAZIONE A CENTRI ESTIVI DIURNI IN ITALIA RISERVATI A MINORI DI ETÀ COMPRESA TRA I 3 E I 14 ANNI IN FAVORE DI FIGLI O ORFANI ED EQUIPARATI

***********************************

BONUS PER L’ACQUISTO DI SERVIZI DI BABY-SITTING O PER SERVIZI INTEGRATIVI PER L’INFANZIA, PER I FIGLI CONVIVENTI MINORI DI ANNI 14

***********************************

OPEN DAY VACCINAZIONI ASTRAZENECA COVID-19: LE INFO

SABATO 15 E DOMENICA 16 MAGGIO

OPEN DAY ASTRAZENECA CON TICKET VIRTUALE PER GLI OVER 40 (nati nel 1981 e anni precedenti)

Per la vaccinazione è necessario presentarsi muniti di ticket virtuale e tessera sanitaria.

Le vaccinazioni verranno eseguite presso i punti vaccinali sotto riportati, negli orari indicati, fino ad esaurimento delle dosi disponibili.

Per la vaccinazione è necessario presentarsi muniti di ticket virtuale e tessera sanitaria.

Con il ticket virtuale è consentito lo spostamento per raggiungere il punto di somministrazione e il rientro nella propria abitazione durante le ore del coprifuoco.

Per ritirare il ticket virtuale e visualizzare le altre info clicca qui: SALUTE LAZIO

OPEN DAY ASTRAZENECA PER GLI OVER 40 – PROVINCIA DI LATINA

Si svolgerà nelle giornate di sabato 15 e domenica 16 maggio l’open day a Latina e Formia durante il quale verrà somministrato il vaccino Astrazeneca agli over 40 (nati nel 1981 ed anni precedenti). Eventuali modalità di accesso saranno comunicate successivamente. Le somministrazioni del vaccino Astrazeneca saranno effettuate presso le sedi vaccinali di:
 Latina
Presso il Teatro San Francesco in via dei Cappuccini, dalle ore 19:00 alle ore 24:00 del 15 e 16 Maggio 2021. Numero 300 dosi stimate al giorno;
 Formia
Presso l’Amministrazione Provinciale in via Olivastro Spaventola, dalle ore 19:00 alle ore 24:00 del 15 e 16 Maggio 2021. Numero 200 dosi stimate al giorno.

Fonte: ASL LATINA

Visite in piena sicurezza nelle RSA: l’ordinanza del Ministro Speranza

“Ho firmato l’ordinanza che consentirà le visite in piena sicurezza in tutte le Rsa. Ringrazio le Regioni e il Comitato Tecnico Scientifico che hanno lavorato in sintonia con il Ministero della Salute per conseguire questo importante risultato. È ancora necessario mantenere la massima attenzione e rispettare le regole e i protocolli previsti, ma condividiamo la gioia di chi potrà finalmente rivedere i propri cari dopo la distanza indispensabile per proteggerli”.

Così il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha annunciato l’Ordinanza che permette la visita di familiari e visitatori in tutte le strutture residenziali sanitarie e socio-sanitarie nel rispetto delle indicazione formulate nel documento “Modalità di accesso/uscita di ospiti e visitatori presso le strutture residenziali della rete territoriale”, elaborato con Regioni e Comitato tecnico scientifico.

Consulta

FONTE: MINISTERO DELLA SALUTE

TUTELE E DIRITTI NELLE RSA

Il 21 marzo, in occasione della “Giornata della memoria e dell’impegno” in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, l’Associazione di Promozione Sociale Polygonal ha organizzato un incontro digitale dal titolo Tutele e diritti nelle RSA, un focus sul panorama di tutele a cui hanno diritto ospiti, parenti e personale delle Residenze Sanitarie per Anziani.

Hanno partecipato all’incontro: Mauro De Lillis (Sindaco di Cori); Antonella Milanini (APS Polygonal); Massimo Silvi (Presidente Comitato Civico Cori); Antonio Burattini (Presidente Comitato ANCHISE)

A disposizione, per garantire la migliore divulgazione e conoscenza possibili di informazioni che riteniamo utili per tutti coloro che hanno a che fare con le RSA e per chiunque intenda approfondire la conoscenza di questo campo, mettiamo:

  • La registrazione del webinar informativo “Tutele e Diritti nelle RSA”

Inoltre, per approfondire ulteriormente il tema, vi mettiamo a conoscenza di “Abbandonati”, il rapporto sulle violazioni dei diritti umani nelle strutture di residenza sociosanitarie e socioassistenziali italiane durante la pandemia da Covid-19. Lo studio (realizzato da Amnesty International, ndr), nell’ambito del quale sono state raccolte oltre 80 interviste in tre regioni d’Italia, ha analizzato l’impatto delle decisioni e pratiche delle istituzioni nella risposta alla pandemia nelle strutture di residenza sociosanitarie e socioassistenziali, rilevando la mancata tutela del diritto alla vita, alla salute e alla non discriminazione degli ospiti anziani. Il rapporto “Abbandonati”, frutto di una ricerca condotta da Amnesty International Italia sulle violazioni dei diritti nelle strutture di residenza sociosanitarie e sociosanitarie durante la pandemia da Covid-19 in Lombardia, Emilia-Romagna e Veneto, ha messo in luce le lacune delle istituzioni italiane a livello nazionale, regionale e locale nell’adottare misure tempestive per proteggere la vita e la dignità delle persone anziane nelle case di riposo nel corso dell’emergenza sanitaria da Covid-19.

Per saperne di più: ABBANDONATI;

Per scaricare il report: ABBANDONATI, INDAGINE

Hack4Future: un progetto innovativo digitale e interattivo

“Hack4Future” è un progetto innovativo digitale e interattivo per promuovere tra i giovani e giovanissimi la consapevolezza della cittadinanza dell’Unione e dei valori ad essa connessi, in particolar modo sulla discussione ambientale e la comprensione dell’importanza delle direttive europee nella quotidianità, con focus principale sul Green Deal, per avere uno stile di vita più sostenibile, riflettere sui problemi legati al clima e all’ambiente. Usiamo un approccio ludico e partecipato, in modo da creare un’iniziativa che sappia comunicare l’Europa e ciò che è stato fatto in termini di uguaglianza, giustizia sociale e conquiste della scienza, in modo da avere un approccio scientifico, contro la disinformazione e il fenomeno delle fake news.

Hack4Future è anche occasione di discussione sulla partecipazione dei giovani ai programmi europei di studio, formazione, mobilità internazionale ed europea, e di volontariato, come il Corpo Europeo di Solidarietà e il nuovo Programma Erasmus plus 2021-2028. Per fare questo, utilizziamo un approccio sperimentale e partecipativo, sia di riflessione con la pratica concreta del “fare” digitale, online e a distanza, usando strumenti creativi e di interazione tra ragazzi. Sostanzialmente si enuclea su due livelli:

  • Attività di coding online, in modo che i ragazzi potranno interagire online per scoprire le parole relative alla sostenibilità ambientale, alla mobilità, alle opportunità e i nomi delle istituzioni europee;
  • Attività di quiz e di disegno interattivo in modo da creare giochi individuali e di squadra per creare una dichiarazione creativa e digitale per un Green New Deal dei ragazzi e delle ragazze. 

Hack4Future è un progetto che si avvale di molteplici collaborazioni:

  • Informagiovani Comune di Cori, gestito dall’associazione APS Polygonal. APS Polygonal ha funzione di coordinamento del progetto Hack4Future e di gestione della spesa insieme al Comune di Cori. Inoltre, si occuperà dell’animazione digitale del progetto
  • Istituto Comprensivo Cesare Chiominto, della Scuola Elementare e delle Scuole Medie di Giulianello e di Cori;
  • Dipartimento Servizi Sociali del Comune di Cori, per raggiungere al meglio gli studenti  rischio di emarginazione;
  • Network “A Scuola di OpenCoesione” promosso dal MIUR, come rete virtuosa di scuole che lavorano sull’insegnamento della cittadinanza attiva all’interno delle scuole superiori.

 Hack4Future è articolato su 5 iniziative:

4 mattinate online per l’Istituto Comprensivo Cesare Chiominto partner del Comune di Cori, intese come mattinate di animazione mediante l’uso del coding, quiz e disegno online creativo in modalità interattiva, secondo giochi a squadre con focus su cittadinanza europea, scoperta delle parole delle istituzioni, e della sostenibilità ambientale. In tali giornate, ci si focalizzerà su una didattica innovativa ed educazione non formale per l’acquisizione di competenze base computazionali e della cittadinanza attiva. 

 1 giornata di animazione aperta a tutti, in diretta streaming sulle pagine di tutti i partecipanti al progetto, con la presenza di ospiti e di esperti, in modo da discutere tutti insieme dell’importanza dell’Europa a livello locale, riflettere sul futuro in termini locali e globali, in termini di mobilità sostenibile, sicurezza ambientale, riduzione dell’inquinamento e di stimolo allo scambio culturale. Facendo un incontro pubblico, si aumenterà l’impatto del progetto, raggiungendo gruppi target complementari e che potranno comprendere la “missione generazionale” dei ragazzi di oggi.

Durabilità e replicabilità:

Lo sviluppo di materiale didattico per gli studenti sarà trasposto online sulla piattaforma educativa di APS Polygonal e sul sito della scuola primaria.

9 maggio: celebriamo la Festa dell’Europa fotografando la natura locale

Hack4Future celebra la Festa dell’Europa il 9 maggio, ma in vista della contemporanea Celebrazione dei 500 anni dall’apparizione della Madonna del Soccorso, nel nostro Comune, l’amministrazione comunale insieme a Polygonal invitano a fotografare fiori e natura che abbelliscono il percorso della processione rituale, ma anche le stesse ginestre selvatiche simbolo del Soccorso, utilizzando la app gratuita Inaturalist del National Geographic e uploadando al progetto Hack4Future-Festa dell’Europa, per realizzare un censimento  fotografico virtuale. 

I luoghi del Monte delle Ginestre, come il Santuario, la devozione nelle forme del pellegrinaggio che ne consegue insieme alla fiera ben rappresentano la svolta del Green New Deal Europeo verso la sostenibilità ambientale.

L’app iNaturalist  è una piattaforma gratuita, sia un sito Web che un’app, per registrare le osservazioni di piante e animali in natura attraverso fotografie. 

Chi condivide ciò che ha trovato contribuisce ad un set di dati globale sulla biodiversità, in questo caso focalizzato sul nostro territorio con informazioni utilizzabili sia per la scienza che per la conservazione. 

Fare osservazioni è semplice come esplorare. L’Intelligenza Artificiale di iNaturalist (AI) suggerirà possibili identificazioni e, una volta che avrai caricato queste osservazioni, la comunità di iNaturalist lavorerà insieme per perfezionare e confermare le identificazioni. iNaturalist aiuta le persone ad esplorare i dintorni, migliora le loro capacità di osservazione e le mette in contatto con una comunità che le aiuterà a renderle dei naturalisti migliori.

Per iniziare

Far parte di iNaturalist è gratuito e facile. Configura il tuo account sul sito web di iNaturalist o scarica l’app da Apple o Google Play Store e crea il tuo account. Scegli un nome utente ed una password che dovrai ricordare! Una volta che hai un account, puoi usarlo online o sul tuo dispositivo, e più persone possono condividere un account.

Fare osservazioni

Per familiarizzare con iNaturalist in preparazione di un evento, ti consigliamo di fare alcune osservazioni. Questo ti darà familiarità con l’app iNaturalist, un’idea di quali sono gli organismi più facili da fotografare e di ciò che accade alle osservazioni una volta caricate: tutte cose importanti da sapere per te e per chi parteciperà con te.

1. Assicurati che i servizi di localizzazione del tuo telefono siano attivi per la tua fotocamera e per iNaturalist- generalmente tramite le impostazioni di sicurezza del telefono.

2. Dirigiti all’esterno, apri l’app iNaturalist e trova un organismo per il quale ti piacerebbe creare un’osservazione. Le piante sono un buon punto di partenza poiché non scappano! Anche se puoi fare osservazioni di qualsiasi organismo o parte di esso, cerca di individuare organismi che sono selvatici, come piante che crescono da sole, senza l’intervento dell’uomo, o animali non domestici, come insetti o uccelli.

3. Tocca il pulsante per effettuare una nuova osservazione e scegli “Scatta foto” quando vengono visualizzate le varie opzioni.

4. Fai la tua prima foto. Dopo aver scattato la foto, avrai la possibilità di rifarla se lo desideri (se è sfocata, ad esempio) o di proseguire.

5. Una volta che hai scattato una foto che ti piace, sarai riportato alla schermata di osservazione. Nota che iNaturalist inserirà automaticamente la data e l’ora, così come la posizione.

6. Dalla schermata di osservazione, è possibile aggiungere più foto del soggetto, ad esempio un primo piano del fiore o delle foglie di una pianta. Consulta la sezione “Suggerimenti per scattare foto ” per maggiori dettagli.

7. Una volta che sei soddisfatto delle tue foto, tocca la casella “Cosa hai visto? Visualizza suggerimenti”. Se si dispone di una connessione di rete o Wi-Fi, sarete collegati direttamente all‘intelligenza artificiale di iNaturalist, che proverà a suggerire possibili identificazioni basate sulla tua fotografia.

8. Cerca suggerimenti che dicano Visivamente simili / visti nelle vicinanze come buone scelte possibili. Vedi Consigli per l’utilizzo di iNaturalist AI per maggiori dettagli. Puoi scegliere un suggerimento da iNaturalist, o puoi digitare la tua identificazione usando la barra di ricerca, a qualsiasi livello di dettaglio che conosci (ad esempio, Papavero della California o Piante vanno bene come ID!)

9. Una volta aggiunta un’identificazione, verrai reindirizzato alla schermata di osservazione, dove dovresti salvare l’osservazione. Una volta salvata, verrà caricata su iNaturalist, dove la comunità lavorerà per confermare o perfezionare l’identificazione. Consulta la sezione “Dopo aver effettuato un’osservazione” per saperne di più sulla procedura di identificazione.

10. Ora sei pronto per fare una nuova osservazione!

Per informazioni più dettagliate sull’utilizzo dell’app iNaturalist su iOS e Android, così come per caricare le osservazioni sulla pagina web di iNaturalist, consulta la “iNaturalist​ Getting Started​ guide” disponibile in inglese al link GUIDA.

In cammino verso il 6 settembre 2021

Mentre crescono le adesioni tra i cittadini e nel mondo dell’associazionismo, arrivano le prime disponibilità da parte dei Sindaci del territorio

Continuano le nostre riflessioni e i nostri incontri in preparazione dell’iniziativa che stiamo organizzando per il prossimo 5 settembre. Ad un anno dal terribile omicidio di Willy Monteiro Duarte vogliamo incontrarci per stare insieme come abbiamo fatto lo scorso anno in quei giorni terribili, discutere delle tante declinazioni della violenza che attanagliano la società, riflettere e trovare insieme percorsi comuni per immaginare e costruire un tessuto sociale diverso dove non alberghi più violenza, ingiustizia e criminalità. Per farlo c’è bisogno del protagonismo della parte migliore delle nostre città, il mondo dell’associazionismo, laico e religioso, cittadine e cittadini, giovani e meno giovani in un incontro tra generazioni che sia terreno di confronto e crescita.

Le adesioni stanno crescendo e sono le più diversificate.

Lo scorso giovedì, 29 aprile, abbiamo avuto una riunione con alcuni sindaci del territorio che si sono dimostrati molto interessati alla nostra proposta e hanno dato la loro piena disponibilità a collaborare e a supportarci in questo percorso. Ne parleranno con altri sindaci invitandoli a condividere questa iniziativa che vuole essere solo l’inizio di un nuovo impegno. Abbiamo anche chiesto loro di farsi promotori di iniziative che coinvolgano i consigli comunali, che possono diventare luoghi in cui riaffermare i valori che sono alla base della solidarietà incondizionata e del rifiuto della violenza.

Ricordiamo la mail per le adesioni incamminoverso2021@gmail.com con riferimento al nostro comunicato di lancio dell’iniziativa:

COMUNICATO INIZIATIVA

Elenco delle adesioni al 3 maggio 2021

Associazioni/Comitati

ANPI Colleferro – “La Staffetta Partigiana”

ANPI Genazzano – Sezione “Emilio D’Amico – Lidia Ciccognani”

ANPI Palestrina – Sezione XI – “Martiri”

Associazione culturale “Bramarte”

Associazione Rete per la Tutela della Valle del Sacco (RETUVASA)

Associazione Rete Sociale 

[comprende:

Artena è Casa Mea ONLUS 

Associazione Comitato di Quartiere Centro Storico 

Associazione Ferao Valmontone/Artena 

Associazione Genitori Artena 

Associazione Live Artena 

Associazione Sbandieratori e Musici del Cardinal Borghese 

Associazione Scout d’Italia – Gruppi Artena e Colleferro 

Polygonal ngo Cori]

Azione Cattolica Velletri-Segni

Chiesa valdese di Colleferro

Cuori in ballo

Emergency Colleferro

Oltre il Ponte

Parrocchia Santa Maria di Gesù

Piccola società cooperativa ARL Colleferro

Punto Pace Velletri-Segni (Pax Christi)

SconfinataMente odv Anagni

Centro Islamico per la Pace

Comunità di Sant’Egidio

Circolo Lega Ambiente – Anagni

Associazione Zetanove (FR)

Arcigay Frosinone

Arcigay Roma

CGIL CdLT Roma Sud Pomezia Castelli

Amnesty International Lazio

Socialmentedonna

Gruppo Giovani 085 – Amnesty International

Anpi Velletri – Sezione “Edmondo Fondi”

Mondo Futuro

PeaceLink

Libera Roma

Mediterranean Hope

Etika – SOS Rosarno

Confronti Magazine

Anpi Milano – Barona

Anpi Provinciale Roma

Adesioni singole

Sabrina Romiti

Valentina Pascucci

Antonietta Germani

Romina Perni (Ricercatrice)

Roberto Vicaretti (Giornalista)

Mauro Biani (Educatore Professionale e Vignettista)

Angela Caponnetto (Giornalista)

Andrea Satta (Pediatra e Artista)

Stefania Spanò in arte Anarkikka (Vignettista)

Enrico Calamai (ex console di Buenos Aires, attivista per i diritti umani)

Paolo Naso (professore Scienze politiche Sapienza, coordinatore progetto “Mediterranean Hope” della FCEI)

Francesco Piobbichi (operatore progetto “Mediterranean Hope”; coordinatore progetto “Etika SOS Rosarno” della FCEI)

Ivano Taietti (vicepresidente ANPI Provinciale Milano)

In cammino verso il 6 settembre 2021

L’APS Polygonal, insieme a tante altre realtà, aderisce alla giornata del 5 settembre 2021, in memoria di Willy Monteiro Duarte, per riportare in piazza quel sentire plurale, positivo e costruttivo, dargli modo di esprimersi.

Il 6 settembre 2020 viene ucciso a Colleferro Willy Monteiro Duarte. Da quel mese di settembre nel territorio dove tutto questo è avvenuto – oltre i confini di Artena Paliano e Colleferro – si sono confrontate diverse sensibilità, modi di pensare, visioni del mondo, modi diversi di riflettere sull’etica, la giustizia, la legalità, la giustizia sociale, la pratica della non violenza, le radici ultime di quella violenza, di quel male, ma anche della speranza.

Il 6 settembre 2020 viene ucciso a Colleferro Willy Monteiro Duarte, omicidio efferato nelle sue modalità, perpetrato da individui noti per le loro attività criminali, che li portavano a spadroneggiare su tutto il territorio. La brutalità estrema e la arroganza di quell’atto hanno indotto la maggioranza delle cittadine e dei cittadini a interrogarsi su quanto sia pervasiva la cultura della violenza, per rifiutarne ogni giustificazione. Poteva essere un fatto di “cronaca nera” come tanti altri, per giunta in una città di provincia, ma così non è stato ed è di questo che vogliamo parlare, è su questo che vogliamo richiamare la vostra attenzione. Questo evento ha avuto un’eco straordinaria, se ne è parlato su tutti i media a livello nazionale, per giorni e giorni. 

Abbiamo partecipato ai funerali a Paliano, alle fiaccolate di Paliano, Colleferro e Artena assieme a migliaia di persone, tante giovanissime, abbiamo visto il volto di Willy, il sorriso di Willy, moltiplicarsi migliaia di volte sui giornali, sulle reti televisive, sui profili social.          

Si sono moltiplicati gli articoli, gli interventi, un reticolo in cui si è sviluppata una riflessione sulle ragioni di quell’evento, sulla realtà sociale e culturale, non solo locale, da cui ha avuto origine. Non solo nasce così la ricerca del senso più ampio di quella tragedia – che assume un valore universale e profondo in cui ognuno si rispecchia, ritrovandovi ragioni e contraddizioni della propria esistenza – ma di fronte a quella tragedia, nel senso più classico del termine, si infrange il muro più solido che separa le persone, quello dell’indifferenza. Il viso di Willy comparso su molti muri, col suo sorriso luminoso, rappresenta la speranza: una speranza a prima vista irragionevole, ma sempre viva di fronte alle prove, talvolta terribili, che tutte e tutti noi siamo chiamati ad affrontare.

L’assurda ferocia delle altre figure di questa tragedia, gli assassini, ci interroga per un verso sulle cause di quella violenza, di quel male, per l’altro sul ruolo della giustizia e della polis che ci sembra smarrito davanti ad eventi di tale crudeltà. 

Da quel mese di settembre nel territorio dove tutto questo è avvenuto – oltre i confini di Artena Paliano e Colleferro – si sono confrontate diverse sensibilità, modi di pensare, visioni del mondo, modi diversi di riflettere sull’etica, la giustizia, la legalità, la giustizia sociale, la pratica della non violenza, le radici ultime di quella violenza, di quel male, ma anche della speranza. È iniziato un cammino, non semplice, talvolta faticoso, plurale, che non nasce da zero, ma da mille storie personali e collettive che sono state sollecitate – forse è meglio dire sconvolte – dal valore evocativo dell’evento, si è rotto quel muro dell’indifferenza che ci spinge a condividere e a mettere a confronto il nostro sentire, per costruire insieme una cultura del limite con cui rispondere alla cultura dominante della violenza.

Quest’onda, che si è allargata a cerchi concentrici in tutta la società da quel punto di origine, ci ritorna come un’eco profonda del rinnovato riconoscimento e rispetto dei diritti altrui, di quanto ci ha uniti per mantenere vivo il calore della solidarietà dimostrata dalle nostre città. 

Il prossimo 5 settembre vogliamo riportare in piazza quel sentire plurale, positivo e costruttivo, dargli modo di esprimersi. Il percorso verso quella giornata – e successivamente eventi diversi – vuole dar corpo a quella riflessione condivisa che la tragedia del 5 settembre 2020 ha risvegliato. Abbiamo bisogno del contributo di tutte e tutti.  

Prime adesioni:

Associazioni/Comitati

ANPI Colleferro – “La Staffetta Partigiana”

ANPI Genazzano – Sezione “Emilio D’Amico – Lidia Ciccognani”

ANPI Palestrina – Sezione XI – “Martiri”

Associazione culturale “Bramarte”

Associazione Rete per la Tutela della Valle del Sacco (RETUVASA)

Associazione Rete Sociale 

[comprende:

Artena è Casa Mea ONLUS 

Associazione Comitato di Quartiere Centro Storico 

Associazione Ferao Valmontone/Artena 

Associazione Genitori Artena 

Associazione Live Artena 

Associazione Sbandieratori e Musici del Cardinal Borghese 

Associazione Scout d’Italia – Gruppi Artena e Colleferro 

Polygonal ngo Cori]

Azione Cattolica Velletri-Segni

Chiesa valdese di Colleferro

Cuori in ballo

Emergency Colleferro

Oltre il Ponte

Parrocchia Santa Maria di Gesù

Piccola società cooperativa ARL Colleferro

Punto Pace Velletri-Segni (Pax Christi)

SconfinataMente odv Anagni

Centro Islamico per la Pace

Comunità di Sant’Egidio

Per le adesioni, come singola/0 cittadina/o o come entità associativa, scrivere all’indirizzo e-mail incamminoverso2021@gmail.com, indicando i propri dati di riferimento (nome o denominazione dell’entità associativa, comune o area di residenza, numero di telefono ed e-mail).

POLITICHE SOCIALI: 6MLN DI BUONI SERVIZIO PER PERSONE NON AUTOSUFFICIENTI

“Pubblicato sul sito della Regione Lazio l’Avviso da 6 milioni di euro (risorse FSE) per l’erogazione di Buoni Servizio finalizzati ai servizi di assistenza per le persone non autosufficienti nel territorio della Regione Lazio. Possono richiedere il Buono Servizio coloro che si prendono cura di famigliari non autosufficienti e l’ammontare massimo del buono è pari a 700 euro mensili, per un totale di 12 mensilità

I Buoni Servizio sono spendibili per accedere alle seguenti prestazioni:

·         assistenza domiciliare, con l’esclusione di attività sanitaria, erogata da enti accreditati;

·         centri diurni socio assistenziali autorizzati e servizi semiresidenziali autorizzati;

·         assistente familiare, con la/il quale è stato sottoscritto un regolare contratto di lavoro. 

I Buoni possono essere utilizzati per il pagamento delle spese sostenute relative ai servizi sopra descritti fruiti a partire dal mese di Gennaio 2021. L’erogazione del Buono è cumulabile con altri servizi e/o contributi pubblici di natura socio assistenziale. Nel caso in cui il Buono si cumuli con altri contributi riconosciuti a valere sulle stesse spese sostenute, la somma dei contributi richiesti non potrà in ogni caso superare l’ammontare totale delle spese sostenute. 

“Con questo intervento vogliamo consolidare i servizi di cura rivolti a persone con limitazioni dell’autonomia e potenziare la rete dell’offerta dei servizi socioassistenziali territoriali, migliorando l’accesso a percorsi di qualità- spiega l’assessore alle Politiche Sociali, Welfare ed Beni Comuni e Asp, Alessandra Troncarelli –. Allo stesso tempo, però, vogliamo consentire alle persone che si prendono cura dei propri famigliari di conciliare i loro impegni quotidiani con il sostegno della persona assistita”.
 Il richiedente deve essere residente o domiciliato nella Regione Lazio e possedere i requisiti previsti dall’Avviso reperibile al link  https://www.efamilysg.it/

I richiedenti devono presentare domanda di partecipazione, esclusivamente on line, accedendo all’apposita piattaforma efamily al seguente indirizzo http://buoniservizio.efamilysg.it , a partire dalle ore 12:00 del 3 maggio 2021 ed entro le ore 23:59 del 30 novembre 2021; nel caso in cui abbiano a carico di cura più di una persona non autosufficiente potrà presentare una domanda per ciascuno di essi. 

La persona non autosufficiente, destinataria del servizio, deve essere cittadino/a italiano/a o di uno Stato membro dell’Unione Europea o essere in possesso di regolare permesso di soggiorno CE; essere residente in uno dei comuni della Regione Lazio; essere in possesso della certificazione da parte dell’Unità Valutativa Multidimensionale (U.V.M) che attesti la non autosufficienza, oppure, in alternativa, avere uno stato di invalidità certificato al 100% ed essere in condizione di non occupazione. 

Gli enti accreditati, i centri diurni e i servizi semiresidenziali devono, per usufruire dei Buoni Servizio, essere registrati alla piattaforma efamily al seguente indirizzo https://buoniservizio.efamilysg.it/  a partire dalle ore 12:00 del giorno 3 maggio 2021. 

L’elenco delle richieste ammesse sarà pubblicato sul sito della Sovvenzione Globale https://www.efamilysg.it/.

L’avviso completo è pubblicato sul BURL e reperibile  all’indirizzo https://www.efamilysg.it/

FONTE: REGIONE LAZIO

Regione Lazio: dal 6 aprile nuovo piano Ristori

MISURE DI SOSTEGNO AL REDDITO DI 600 EURO PER COLF E BADANTI, LAVORATORI DELLA CULTURA E DELLO SPETTACOLO, COLLABORATORI SPORTIVI, LAVORATORI DEL SETTORE TURISTICO, TITOLARI DI PARTITE IVA

DOMANDE A PARTIRE DAL:

6 APRILE PER COLF E BADANTI;

7 APRILE PER LAVORATORI DELLA CULTURA E DELLO SPETTACOLO;

8 APRILE PER I COLLABORATORI SPORTIVI, PER GLI OPERATORI DEL SETTORE TURISTICO E I TITOLARI DI PARTITE IVA

L’AVVISO PUBBLICO:

Il prolungarsi della crisi economica e sociale derivante dagli effetti del COVID-19 sulle condizioni di vita e professionali di larga parte della popolazione appartenente a tutti i ceti produttivi ha evidenziato, nel corso dell’annualità 2020 e ancora oggi, alcune criticità ancora più marcate e drammatiche concentrate ancora una volta sulle professioni legate ai servizi di assistenza familiare e domiciliare, sui lavoratori già interessati da fenomeni di instabilità e incertezza occupazionale, sui lavoratori del mondo dello spettacolo e dello sport nonché sul comparto del lavoro autonomo a
basso reddito.
A circa un anno dall’introduzione delle misure restrittive per il contrasto della pandemia da COVID19, nonostante siano stati posti in atto interventi sia di carattere generalista sia più mirati a target specifici, si rende ancora necessaria un’azione coordinata e incisiva per contrastarne e mitigarne gli effetti economici, ma anche sociali e per rafforzare le traiettorie di rilancio economico e sociale regionale, mobilitando tutte le risorse disponibili.
Per far fronte a tale situazione ed anche in sintonia con quanto si va disponendo a livello nazionale, la Regione ha scelto di rafforzare strumenti e misure in grado di dare una risposta immediata a sostegno dei lavoratori e del sistema produttivo laziale, mobilitando le economie di liquidità disponibili nella dotazione dei fondi strutturali e di investimento europei dei Programmi operativi FSE e FESR del Lazio.
La Regione Lazio intende così dare continuità alle misure di sostegno del Piano “GENERAZIONI Emergenza Covid-19” – Avviso pubblico Multi misura e multi target denominato “Un ponte verso il ritorno alla vita professionale e formativa: misure emergenziali di sostegno economico per i soggetti più fragili ed esposti agli effetti della pandemia” approvato con Determinazione Dirigenziale n. G05062 del 29/04/2020 e delle successive integrazioni come da Determinazione Dirigenziale n. G09567 del 13/08/2020.
La prima edizione dell’Avviso – che viene annoverato come una delle più importati iniziative di incentivazione diretta lanciate durante il COVID – ha sostenuto circa 80.000 cittadini e cittadine residenti e/o domiciliate nel Lazio rientranti in categorie in quel momento non ancora adeguatamente sostenute dalle misure di sostegno attivate a livello nazionale.
La continuità d’azione intrapresa con il presente Avviso era già definita peraltro nella citata Determinazione G05062/2020 che, infatti, prevedeva di intervenire anche con ulteriori finalità qualora tale situazione emergenziale si fosse prolungata oltre il raggio di azione dell’intervento multi misura.
I destinatari delle Misure sono caratterizzati da scelte motivate dalle analisi di contesto propedeutiche all’emanazione dell’Avviso e dagli stimoli raccolti presso le principali organizzazioni di rappresentanza dei lavoratori e delle imprese, come nel caso di badanti e colf e da nuovi target come i professionisti dello spettacolo e i collaboratori sportivi e, più in generale, i possessori di Partita IVA.

A tal proposito il presente Avviso, infatti, oltre a sostenere i target indicati, a valere sul Fondo Sociale Europeo, include una misura ad hoc dedicata ad erogare contributi a fondo perduto ai lavoratori autonomi dei settori particolarmente colpiti dalla crisi economica, prevedendo così il coinvolgimento del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR).
Si intende in tal modo attivare una nuova occasione di programmazione unitaria tra Assessorati, attraverso la co-progettazione dell’intervento tra la Direzione Regionale Istruzione, Formazione e Lavoro (AdG del POR FSE) e la Direzione per lo Sviluppo Economico, le Attività produttive e la Ricerca (AdG del POR FESR) che sta rappresentando un tratto distintivo in fase di chiusura della programmazione 2014-2020, in previsione di rafforzare scelte strategiche comuni, ancorché all’interno di aree di specializzazione distinte, da attuare attraverso meccanismi di condivisione
procedurale anche per il periodo 2021-2027.

IN ALLEGATO:

L’ATTO;

L’AVVISO PUBBLICO;

MISURA DI SOSTEGNO AL REDDITO PER COLF/BADANTI;

MISURA DI SOSTEGNO AL REDDITO PER LAVORATORI DELLA CULTURA E DELLO SPETTACOLO;

MISURA DI SOSTEGNO AL REDDITO PER COLLABORATORI SPORTIVI;

MISURA DI SOSTEGNO AL REDDITO PER LAVORATORI DEL SETTORE TURISTICO;

MISURA DI SOSTEGNO ALLE PARTITE IVA


.

Regione Lazio: partono le vaccinazioni anti Covid-19 per le classi d’età 1952 e 1953

COMUNICAZIONE DEL 24 MARZO 2021

Da sabato 27 marzo partiranno le prenotazioni per le classi d’età 1952 e 1953 (69 – 68 anni).

Per prenotarsi: PRENOTA VACCINO COVID-19

Tutte le info: SALUTE LAZIO

************************

A seguito della circolare del Ministero della Salute sulla possibilità di utilizzo del vaccino COVID-19 VACCINE ASTRAZENECA nei soggetti di età superiore ai 65 anni, sono state rimodulate le prenotazioni sul portale regionale, aggiungendo anche l’offerta di questo vaccino oltre a quelli di PFIZER-biontech e MODERNA.

AVVIO PRENOTAZIONI ASSISTITI OVER 70, AD ECCEZIONE DEI SOGGETTI ESTREMAMENTE VULNERABILI

 Di seguito il calendario delle prenotazioni per le fasce:

77 – 76  anni (anni di nascita 1944 e 1945):  dalle ore 00:00 del 10 marzo in poi

75  – 74  anni (anni di nascita 1946 e 1947):  dalle ore 00:00 del 12 marzo in poi

73 – 72  anni (anni di nascita 1948 e 1949):  dalle ore 00:00 del 15 marzo in poi

Per assistenza alla prenotazione o eventuali disdette contattare il numero 06 164161841 attivo dal lunedì al venerdì con orario 7.30 – 19.30, sabato con orario 7.30 – 13.00.
Rimane attiva la prenotazione on-line per le persone con età pari o superiore a 78 anni.

L’adesione alla vaccinazione è libera e volontaria.
Possono prenotare la vaccinazione le persone assistite dal Servizio Sanitario Regionale (SSR) della Regione Lazio, ovvero tutti coloro che sono assistiti da un medico di famiglia convenzionato con il SSR della Regione Lazio.

Per prenotare è sufficiente la Tessera sanitaria.

Per prenotare occorre la Tessera Sanitaria in corso di validità per comunicare:

1. Il Codice Fiscale
2. Le ultime 13 cifre del codice numerico (TEAM) 
posto sul retro della tessera.

Il ciclo di vaccinazione consiste in due dosi separate. Con la prenotazione del primo appuntamento sarà automaticamente prenotato anche il richiamo, da effettuare sempre nella stessa sede. 
72 ore prima dell’appuntamento prenotato, un sms ricorderà l’appuntamento fissato.

PER PRENOTARE: https://prenotavaccino-covid.regione.lazio.it/

FONTE: SALUTELAZIO

***

Da giovedì 4 marzo partiranno le prenotazioni per i soggetti estremamente vulnerabili (individuati dal piano strategico del Ministero della Salute) che ancora non sono stati programmati dalle strutture dove sono in carico. La prenotazione potrà essere effettuata sul portale della Regione Lazio ‘prenota vaccino covid’. Per la prenotazione sarà necessario il codice esenzione per patologia e la tessera sanitaria. Prosegue intanto la prenotazione dei vaccini per classi di età e da venerdì 5 marzo sarà il turno delle classi d’età 79 e 78 anni (nati nel 1942 e 1943) anche coloro che compiono gli anni nell’anno solare. Per la prenotazione sarà necessaria la sola tessera sanitaria. Da lunedì 8 marzo sarà possibile, oltre che dal proprio medico di medicina generale, prenotare anche per le classi d’età 65 anni e 64 anni (nati 1956 e 1957). Per la prenotazione sarà necessaria la sola tessera sanitaria.

PER PRENOTARE, CLICCA QUI: VACCINAZIONI ANTI COVID-19

***

Da giovedì 18 febbraio il personale scolastico e universitario*docente e non docente, con età compresa tra 18 anni (anno di nascita 2003) 55 anni (anno di nascita 1966) senza patologie, potrà prenotare il proprio vaccino anti COVID-19.

Può prenotare la vaccinazione il personale scolastico e universitario assistito dal Servizio Sanitario Regionale (SSR) della Regione Lazio, ovvero tutti coloro che sono assistiti da un medico di base convenzionato con il SSR della Regione Lazio.

Per prenotare occorre la Tessera Sanitaria in corso di validità per comunicare:

1. Il Codice Fiscale
2. Le ultime 13 cifre del codice numerico (TEAM) 
posto sul retro della tessera.

La prenotazione è scaglionata per fasce d’età secondo il calendario seguente:

  • 45 – 55 anni  dalle ore 00:00 del 18/02
  • 35 – 44  anni dalle ore 00:00 del 22/02
  • Under 34 anni dalle ore 00:00 del 26/02

La somministrazione dei vaccini avrà inizio il 22 febbraio.
Il ciclo di vaccinazione consiste in due dosi separate. Con la prenotazione del primo appuntamento sarà automaticamente prenotato anche il richiamo, da effettuare sempre nella stessa sede.

La seconda dose sarà somministrata tra la 10° e la 12° settimana successiva alla prima dose.

Al momento della prenotazione sarà possibile scegliere illuogo dove vaccinarsi, in base alla disponibilità. 72 ore prima dell’appuntamento prenotato, un sms ricorderà l’appuntamento fissato.

* Può prenotare la vaccinazione il personale delle università aderente al CRUL– Comitato regionale di Coordinamento Università del Lazio

PER PRENOTARE, CLICCA QUI: VACCINAZIONI ANTI COVID-19