Articoli

Hack4Future: un progetto innovativo digitale e interattivo

“Hack4Future” è un progetto innovativo digitale e interattivo per promuovere tra i giovani e giovanissimi la consapevolezza della cittadinanza dell’Unione e dei valori ad essa connessi, in particolar modo sulla discussione ambientale e la comprensione dell’importanza delle direttive europee nella quotidianità, con focus principale sul Green Deal, per avere uno stile di vita più sostenibile, riflettere sui problemi legati al clima e all’ambiente. Usiamo un approccio ludico e partecipato, in modo da creare un’iniziativa che sappia comunicare l’Europa e ciò che è stato fatto in termini di uguaglianza, giustizia sociale e conquiste della scienza, in modo da avere un approccio scientifico, contro la disinformazione e il fenomeno delle fake news.

Hack4Future è anche occasione di discussione sulla partecipazione dei giovani ai programmi europei di studio, formazione, mobilità internazionale ed europea, e di volontariato, come il Corpo Europeo di Solidarietà e il nuovo Programma Erasmus plus 2021-2028. Per fare questo, utilizziamo un approccio sperimentale e partecipativo, sia di riflessione con la pratica concreta del “fare” digitale, online e a distanza, usando strumenti creativi e di interazione tra ragazzi. Sostanzialmente si enuclea su due livelli:

  • Attività di coding online, in modo che i ragazzi potranno interagire online per scoprire le parole relative alla sostenibilità ambientale, alla mobilità, alle opportunità e i nomi delle istituzioni europee;
  • Attività di quiz e di disegno interattivo in modo da creare giochi individuali e di squadra per creare una dichiarazione creativa e digitale per un Green New Deal dei ragazzi e delle ragazze. 

Hack4Future è un progetto che si avvale di molteplici collaborazioni:

  • Informagiovani Comune di Cori, gestito dall’associazione APS Polygonal. APS Polygonal ha funzione di coordinamento del progetto Hack4Future e di gestione della spesa insieme al Comune di Cori. Inoltre, si occuperà dell’animazione digitale del progetto
  • Istituto Comprensivo Cesare Chiominto, della Scuola Elementare e delle Scuole Medie di Giulianello e di Cori;
  • Dipartimento Servizi Sociali del Comune di Cori, per raggiungere al meglio gli studenti  rischio di emarginazione;
  • Network “A Scuola di OpenCoesione” promosso dal MIUR, come rete virtuosa di scuole che lavorano sull’insegnamento della cittadinanza attiva all’interno delle scuole superiori.

 Hack4Future è articolato su 5 iniziative:

4 mattinate online per l’Istituto Comprensivo Cesare Chiominto partner del Comune di Cori, intese come mattinate di animazione mediante l’uso del coding, quiz e disegno online creativo in modalità interattiva, secondo giochi a squadre con focus su cittadinanza europea, scoperta delle parole delle istituzioni, e della sostenibilità ambientale. In tali giornate, ci si focalizzerà su una didattica innovativa ed educazione non formale per l’acquisizione di competenze base computazionali e della cittadinanza attiva. 

 1 giornata di animazione aperta a tutti, in diretta streaming sulle pagine di tutti i partecipanti al progetto, con la presenza di ospiti e di esperti, in modo da discutere tutti insieme dell’importanza dell’Europa a livello locale, riflettere sul futuro in termini locali e globali, in termini di mobilità sostenibile, sicurezza ambientale, riduzione dell’inquinamento e di stimolo allo scambio culturale. Facendo un incontro pubblico, si aumenterà l’impatto del progetto, raggiungendo gruppi target complementari e che potranno comprendere la “missione generazionale” dei ragazzi di oggi.

Durabilità e replicabilità:

Lo sviluppo di materiale didattico per gli studenti sarà trasposto online sulla piattaforma educativa di APS Polygonal e sul sito della scuola primaria.

EuDaMa: un mese immersi nell’Europa del futuro

Parte lunedì 12 aprile fino al prossimo 16 maggio l’entusiasmante avventura di EuDaMa, nel Comune di Marcellina. Il progetto, presentato dal Comune romano, risponde al bando della Presidenza del Consiglio regionale del Lazio e intende contribuire alla diffusione della Cittadinanza Europea tra le giovani generazioni. EuDaMa, selezionato tra i migliori progetti, è il risultato della collaborazione tra  l’Istituto Comprensivo di Marcellina, l’Associazione di Promozione Sociale Polygonal e l’amministrazione del Comune di Marcellina per creare le basi di una didattica, anche a distanza, con esperienze innovative e appassionanti.

L’Istituto Comprensivo di Marcellina sarà teatro di attività ludiche online (nel rispetto della normativa anticovid) legate alla conoscenza dell’Europa e della sostenibilità: alunne ed alunni, mediante l’apprendimento del coding con giochi, quiz e robotica educativa affronteranno i temi cruciali per il Green New Deal Europeo.

Scuole dell’infanzia, classi della primaria e secondaria, parteciperanno a giochi sempre più avvincenti, scoprendo insieme ad animatori ed insegnanti, ma anche con i genitori,  gli obiettivi per lo sviluppo sostenibile 2030. Infatti, rifletteranno sui comportamenti individuali che potranno facilitare la sostenibilità economica ed ambientale perché i bambini sono i cittadini del presente.

Seguiranno nel mese di maggio altri webinar formativi: uno sulle opportunità di progettualità europee tra istituti scolastici (rivolto alle docenti dell’Istituto Comprensivo) e un altro rivolto ad amministratori, amministrativi e consiglieri comunali. Infine, il 16 maggio ci sarà un webinar conclusivo in diretta Facebook rivolto al pubblico, in particolare alle realtà giovanili ed associative del Comune di Marcellina e alle imprese sulle opportunità che l’Europa offre a livello formativo, di scambi, professionale e aziendale.

Tutti gli appuntamenti sono promossi nelle pagine dell’Istituto Comprensivo di Marcellina, di APS Polygonal e del Comune di Marcellina.